IN PURSUIT OF DANTE’S SHADOW: JANE EYRE AND INTERTEXTUAL REFERENCING FROM THE DIVINE COMEDY BY DANTE ALIGHIERI

  • GIOVANNA SANSALVADORE University of South Africa
Keywords: Gothic novel, Dante Alighieri, Cerberus, Bertha Rochester, Jane Eyre, Charlotte Brontë, Victorian Litterature

Abstract

In Jane Eyre di Charlotte Brontë (1847), la gran parte dell’attenzione critica si concentra intorno al personaggio di Bertha Rochester, la prima moglie del protagonista, Edward Rochester. In gran parte delineata come alter ego di Jane Eyre, il suo ruolo è fondamentale per l’esito del messaggio di emancipazione femminile promulgato dal romanzo vittoriano. In questa lettura critica del personaggio si farà un confronto delle proprietà fisiche di questo personaggio con il demonio mitologico di Cerbero, tratto dal canto VI dell’Inferno di Dante. Questo paragone suggerisce riferimenti intertestuali che possono offrire nuovi spunti per la comprensione di una lettura più sfumata del personaggio di Bertha in questo importante frangente del testo di Brontë.

Published
2020-06-30
How to Cite
SANSALVADORE, G. (2020). IN PURSUIT OF DANTE’S SHADOW: JANE EYRE AND INTERTEXTUAL REFERENCING FROM THE DIVINE COMEDY BY DANTE ALIGHIERI. Italian Studies in South Africa, 33(1), 139-165. Retrieved from https://italianstudiesinsa.org/index.php/issa/article/view/141